Prodotto

Deprecazione del livello di rete legacy

Tradotto automaticamente da Deepl

Per gestire la comunicazione tra 4D Client e 4D Server, 4D propone 3 diversi livelli di rete:

  • Legacy,
  • ServerNet,
  • e QUIC.

Il livello di rete Legacy è stato introdotto 30 anni fa in 4D v3. È stato originariamente sviluppato per AppleTalk, migliorato per ISDN, quindi aggiunto a IPX e infine a TCP/IP.

È stato creato per un uso Client/Server molto diverso da quello che 4D fa oggi: è a thread singolo, ottimizzato per reti lente senza crittografia e disponibile per molti protocolli di rete diversi. In quanto tale, non è affatto ottimizzato per le moderne comunicazioni di rete e supporta un numero molto limitato di funzionalità.

Per questo motivo, con 4D 20 R5, abbiamo deciso di rendere obsoleto il livello di rete Legacy e prevediamo di rimuoverlo presto. Vi invitiamo a passare subito a ServerNet se lo state ancora utilizzando. Lasciate che vi spieghi quali vantaggi otterrete dal passaggio.

Prodotto blank

Sviluppo contemporaneo su 4D Server in modalità Progetto

Tradotto automaticamente da Deepl

Da quando è stato rilasciato in 4D v18, Projects ha ampliato drasticamente le capacità di 4D portando, tra l’altro, la compatibilità con i sistemi di controllo delle versioni.

Grazie all’eccellente feedback, non potremmo essere più orgogliosi di vedere un’adozione significativa di questa funzione da parte della comunità di 4D. Questo ci ha spinto a migliorarla per renderla ancora migliore.

Tra i vostri commenti c’era anche la richiesta di poter lavorare contemporaneamente su un unico server di sviluppo come team. Anche in questo caso, 4D ci ha ascoltato e siamo entusiasti di annunciare che con 4D v19 R6 è possibile lavorare su un server di sviluppo in modalità progetto!

Prodotto blank

Creazione semplificata di applicazioni client/server multipiattaforma su Windows

Tradotto automaticamente da Deepl

Il rilascio di Silicon Mac ha avuto un grande impatto sul modo in cui 4D compila le applicazioni. Prima della v19, 4D compilava solo per l’architettura Intel, utilizzando lo stesso codice su Mac e Windows. Ma i Mac Silicon utilizzano una nuova architettura e quindi 4D deve compilare specificamente per Silicon. Questo influisce sulla creazione di applicazioni client/server multipiattaforma.

Finché si costruisce il server su Mac, non è un problema, perché si può compilare per entrambe le piattaforme Intel e Silicon. Su Windows, invece, non è possibile compilare per i Mac Silicon. Attualmente consigliamo di compilare il progetto su Mac per entrambe le architetture e poi copiarlo su una macchina Windows prima di costruire il server. Purtroppo, per i progetti di grandi dimensioni con molti dati, la copia può richiedere del tempo.

Prodotto blank

Monitorate l’attività del server 4D con questo nuovo strumento

Tradotto automaticamente da Deepl
Sono state rilasciate molte funzioni per aiutare a gestire l’attività del server 4D. 4D v18 R3 offre agli amministratori di 4D un altro strumento di monitoraggio dell’attività di 4D Server. Uno strumento che consente di ottenere tutte le operazioni in esecuzione oltre un determinato tempo, nonché i dettagli relativi alle tabelle, ai campi e ai client coinvolti.
Questa funzione non solo rende possibile tutto ciò, ma facilita anche l’ottimizzazione del codice, l’identificazione dei problemi e la liberazione delle risorse del server 4D.
Prodotto blank

Più fonti di dati 4D, interessati?

Tradotto automaticamente da Deepl

Abbiamo una nuova entusiasmante funzione da annunciare in 4D v18 e il titolo potrebbe già darvi un indizio!

Questa funzione apre nuove possibilità per il lavoro client/server. Anziché essere limitata al database corrente e richiedere una connessione di rete permanente, un’applicazione in 4D v18 può ottenere i dati da un altro database 4D remoto esposto su un server 4D!

Questa funzione rende disponibili molte opzioni. Ad esempio, si possono organizzare le applicazioni per lavorare offline e sincronizzare i dati locali solo quando quelli remoti sono raggiungibili. Oppure si può pensare di pubblicare i dati su più server e passare da uno all’altro quando necessario. Un’altra opzione potrebbe essere quella di suddividere il modello di dati in diversi database(ad esempio, dati locali e dati internazionali). E se i dati fossero distribuiti in luoghi diversi, ma comunque accessibili attraverso un unico codice client 4D (metodi di progetto e oggetti modulo)? Tutti questi scenari sono ora possibili e questo post vi spiega come!

Suggerimenti blank

Personalizzare la finestra di dialogo dell’amministratore con il codice 4D

Tradotto automaticamente da Deepl

Ci sono state richieste di modificare la finestra di dialogo di amministrazione di 4D Server, con alcuni clienti che volevano rimuovere informazioni e altri che volevano aggiungere informazioni personalizzate. Questo componente AdminWindow mostra come fare proprio questo. È possibile utilizzarlo “così com’è” o modificarlo per adattarlo alle proprie esigenze.

Prodotto blank

Nuova architettura per la distribuzione delle applicazioni

Tradotto automaticamente da Deepl

Oggi le applicazioni unite salvano molte informazioni nel pacchetto dell’applicazione e anche nel file compilato (.4DC). Oltre a impedire la creazione di applicazioni di sola lettura, il salvataggio delle informazioni nel pacchetto applicativo ha un’altra fastidiosa conseguenza: le informazioni vengono perse quando si aggiorna l’applicazione.