Prodotto

Permessi: Ispezionare i privilegi della sessione per facilitare il debugging

Tradotto automaticamente da Deepl

Oggi è possibile usufruire di una potente funzione per filtrare l’accesso ai dati, essenziale per impedire l’accesso di malintenzionati alla vostra applicazione.

Questa funzione utilizza privilegi che consentono determinate azioni sui dati. Questi privilegi vengono assegnati agli utenti attraverso i ruoli e memorizzati nella sessione durante l’autenticazione.

In 4D 20R6, abbiamo migliorato questa funzionalità consentendo di ispezionare i privilegi nella sessione, il che è molto utile per il debug.

Continuate a leggere per saperne di più.

Prodotto blank

Miglioramento dell’utilizzo delle licenze client 4D con Qodly Studio for 4D

Tradotto automaticamente da Deepl

Chi ha iniziato a usare Qodly Studio for 4D sa già quanto sia potente questo nuovo strumento per sviluppare applicazioni web aziendali. Se non l’avete ancora fatto, trovate qui maggiori informazioni su come iniziare.

Le applicazioni realizzate con Qodly Studio for 4D si basano sulle API REST. 4D 20 R5 viene fornito con una nuova grande funzionalità: La modalità “Force Login”.

Con la modalità Force Login, la licenza del client 4D viene consumata solo quando gli utenti effettuano il login e iniziano a lavorare con i dati e la logica dell’applicazione.

Continuate a leggere per saperne di più! E non dimenticate di scaricare la nostra demo per vederla in azione!

Suggerimenti blank

ORDA – Ottimizzazione delle richieste REST passo dopo passo (+ una demo)

Tradotto automaticamente da Deepl

Le prestazioni di ORDA/REST sono una questione strategica; per questo motivo abbiamo distribuito molte funzioni relative a questo argomento, come l’ottimizzazione delle richieste ORDA/REST in Client/Server e quando si lavora con un datastore remoto. Ultimamente, abbiamo anche fornito un controllo completo sull’ottimizzazione delle richieste ORDA/REST.

Questo blog post fornisce il piano da seguire per migliorare le prestazioni di ORDA/REST. Include altri post del blog da leggere, video da guardare e una demo con cui giocare per aumentare le prestazioni delle vostre applicazioni in modo rapido e semplice.

Prodotto blank

ORDA – Ottimizzare le prestazioni con il pieno controllo delle richieste REST

Tradotto automaticamente da Deepl

In una versione precedente, avete scoperto che le richieste ORDA REST sono state ottimizzate automaticamente per aumentare le prestazioni quando si lavora con un datastore remoto e con configurazioni client/server.

Si è appreso che è possibile utilizzare i contesti per sfruttare l’ottimizzazione automatica delle richieste ORDA REST.

Questo è stato un passo importante, ma ora vi offriamo il controllo completo sul comportamento delle vostre richieste REST. Poiché le prestazioni sono una preoccupazione strategica, non vedrete l’ora di scoprire questa nuova funzionalità!

E non è tutto: sono ora disponibili nuovi strumenti per aiutarvi a capire e a eseguire il debug dei vostri problemi.

Continuate a leggere per una presentazione completa.

Suggerimenti blank

4D API REST + ReactJS

Tradotto automaticamente da Deepl

di Mourad Aouinat, Ingegnere software di 4D Marocco

In un precedente post sul blog, abbiamo visto come sia facile configurare un’API REST utilizzando 4D. In questo blog post, sfrutteremo la potente API REST di 4D in combinazione con React per costruire un’applicazione To-Do che include funzioni per aprire i todos, crearne di nuovi, modificare quelli esistenti e funzioni per la modifica e la cancellazione in blocco.

Prodotto blank

ORDA – Migliorare l’API con l’ambito delle funzioni

Tradotto automaticamente da Deepl

4D v18 R4 e ORDA hanno reso possibile la creazione di funzioni di classe di alto livello al di sopra del modello di dati. Ciò consente di scrivere codice orientato al business per nascondere la complessità, ridurre gli errori e accelerare il processo di sviluppo.

Con 4D v18 R5, stiamo introducendo ancora più funzioni per aiutarvi a ottimizzare e organizzare il vostro codice. Ad esempio, potrebbe essere necessario eseguire una funzione localmente sul client per migliorare le prestazioni quando si lavora in modalità client/server. Ora è possibile! Oppure, se esponete il vostro database come server REST, potreste volere che alcune funzioni siano disponibili sul lato server ma nascoste per i vostri client REST. Anche questo è possibile!

Prodotto blank

Supporto della condivisione delle risorse tra origini incrociate (CORS)

Tradotto automaticamente da Deepl

Avete mai creato una richiesta di dati HTTP per poi essere colpiti da un errore rosso “l’accesso alla richiesta HTML è stato bloccato dalla politica cors” ?

Quando il vostro sito si trova sullo stesso dominio del server del servizio web, non c’è alcun problema. Tuttavia, questo non è il caso quando si esegue una richiesta di origine incrociata. L’accesso viene negato a causa della sicurezza del browser che impedisce le richieste HTTP a un altro dominio. Il risultato? Un errore di politica CORS.

Per consentire esplicitamente alcune richieste di origine incrociata sul server, 4D supporta ora il protocollo CORS. L’accesso ai dati con richieste di origine incrociata è appena diventato più facile!