Prodotto

Permessi: Ispezionare i privilegi della sessione per facilitare il debugging

Tradotto automaticamente da Deepl

Oggi è possibile usufruire di una potente funzione per filtrare l’accesso ai dati, essenziale per impedire l’accesso di malintenzionati alla vostra applicazione.

Questa funzione utilizza privilegi che consentono determinate azioni sui dati. Questi privilegi vengono assegnati agli utenti attraverso i ruoli e memorizzati nella sessione durante l’autenticazione.

In 4D 20R6, abbiamo migliorato questa funzionalità consentendo di ispezionare i privilegi nella sessione, il che è molto utile per il debug.

Continuate a leggere per saperne di più.

Prodotto blank

Nuovo oggetto di sessione remota 4D con connessione client/server e procedura memorizzata

Tradotto automaticamente da Deepl

Nelle applicazioni 4D esistono quattro tipi di sessioni: sessione remota 4D, sessione di procedura memorizzata, sessione mobile e sessione Web.

Il comando Sessione restituisce già le sessioni Web o Mobile. Ciò consente di accedere a una serie di informazioni sulla sessione e a un oggetto condiviso da tutti i processi della sessione.

In 4D 20 R5, il comando Sessione è stato esteso alla connessione Client/Server e alla stored procedure.

Prodotto blank

Miglioramento dell’utilizzo delle licenze client 4D con Qodly Studio for 4D

Tradotto automaticamente da Deepl

Chi ha iniziato a usare Qodly Studio for 4D sa già quanto sia potente questo nuovo strumento per sviluppare applicazioni web aziendali. Se non l’avete ancora fatto, trovate qui maggiori informazioni su come iniziare.

Le applicazioni realizzate con Qodly Studio for 4D si basano sulle API REST. 4D 20 R5 viene fornito con una nuova grande funzionalità: La modalità “Force Login”.

Con la modalità Force Login, la licenza del client 4D viene consumata solo quando gli utenti effettuano il login e iniziano a lavorare con i dati e la logica dell’applicazione.

Continuate a leggere per saperne di più! E non dimenticate di scaricare la nostra demo per vederla in azione!

Prodotto blank

Debug sul server con sessioni web scalabili

Tradotto automaticamente da Deepl

Lesessioni web scalabili sono state un miglioramento significativo apportato da 4D v18 R6. Esse consentono di utilizzare tag 4D, azioni 4D e API REST in processi preemptive, anche in modalità interpretata, su un server 4D. Tuttavia, per eseguire il debug di tali programmi, era necessario aprire l’ambiente di sviluppo sul server per farlo passare alla modalità cooperativa, poiché la finestra del debugger non può essere aperta con i processi preemptive. In questo modo, fino alla v19 R2, era possibile eseguire il debug di REST, azioni 4D o tag 4D. A partire dalla v19 R3, tutto questo è diventato molto più semplice ed è possibile eseguire il debug sul lato server semplicemente collegandovi il debugger, come di consueto.

Suggerimenti blank

Come definire il timeout di riposo per le applicazioni 4D remote

Tradotto automaticamente da Deepl

Per evitare la perdita della sessione, 4D monitora lo stato di sospensione delle applicazioni 4D remote.

Quando un utente è connesso da un’applicazione 4D remota a un Server 4D e il suo computer entra in modalità sleep, l’informazione viene inviata al Server 4D. Nel momento in cui il computer dell’utente si sveglia, l’applicazione 4D remota recupera il suo contesto di esecuzione.

Suggerimenti blank

Una migliore comprensione delle sessioni REST 4D

Tradotto automaticamente da Deepl

In un precedente post del blog, vi abbiamo mostrato come iniziare a utilizzare il server REST 4D. Vi abbiamo illustrato diverse operazioni CRUD utilizzando Postman e vi abbiamo indicato la documentazione REST completa. In questo post spiegheremo come funzionano le sessioni in 4D. Questa comprensione vi permetterà di costruire un sistema di autenticazione basato sulle sessioni utilizzando il server REST 4D.